Se usi frequentemente YouTube ti sarà certamente capitato di mettere gli occhi sugli Shorts, brevi video che hanno iniziato a fare una dura concorrenza a TikTok, ricalcandone di fatto il format.

Il concetto è semplice: un breve filmato che può essere utilizzato per condividere le proprie passioni, promuovere prodotti e servizi e molto, molto altro ancora. In questa guida condivideremo insieme tutto quello che devi sapere su questo servizio e, inoltre, perché potrebbero rappresentare la tua prossima arma per ottenere successo.

Cosa sono gli Shorts di YouTube e come funzionano

Come abbiamo in parte già ricordato, gli Shorts di YouTube sono dei brevi filmati simili a quelli che puoi scorgere su TikTok o simili ai Reels di Instagram: video verticali di massimo 60 secondi, che si riproducono automaticamente in loop e che possono essere visti sia tramite l’app YouTube che mediante la scheda Shorts presente nella stessa piattaforma.

Con queste caratteristiche, non è certo difficile comprendere per quale motivo questi video abbiano riscosso così tanto successo: permettono infatti di condividere contenuti brevi, facili da realizzare e caricare direttamente sull’app, e altrettanto facili e divertenti da fruire.

Inoltre, esattamente come i video normali, anche gli YouTube Shorts consentono l’interazione mediante like, commenti, condivisioni e abbonamenti ai creatori, i quali potranno monetizzare gli Shorts mediante il YouTube Partner Program.

Insomma, gli YouTube Shorts permettono di alimentare un nuovo modo per comunicare, simile a quello che si può rilevare su altre piattaforme, senza però dimenticare i principali punti di forza, ben collaudati, che YouTube può garantire.

Come caricare uno Shorts su YouTube

Anche se la piattaforma è molto semplice da usare, potresti essere un po’ intimorito nel caricare il tuo primo Shorts su YouTube.

Ebbene, non avere paura: anche se è facile, infatti, nelle prossime righe abbiamo infatti pensato a te e abbiamo cercato di condividere alcune linee guida che ti consigliamo di seguire per arrivare alla meta nel modo più pratico possibile.

La prima cosa che devi fare è aprire l’app YouTube sul tuo dispositivo mobile e accedere al tuo account. Clicca poi su “+”, il pulsante grande che trovi nella parte inferiore e centrale dello schermo. Così facendo, potrai avviare la creazione del nuovo video e potrai scegliere se registrare un nuovo Short direttamente dall’app oppure selezionare un video esistente dal dispositivo, qualora tu lo abbia già preparato prima.

Una volta che avrai registrato o selezionato il video, potrai applicare filtri, aggiungere testo ed effetti, modificare la velocità di riproduzione, personalizzare l’aspetto generale dello Short e molto altro ancora. È anche possibile aggiungere diverse opzioni audio, come una traccia tra quelle disponibili o l’upload della propria musica preferita.

E una volta che hai completato tutte le modifiche desiderate?

A quel punto non ti rimane altro da fare che cliccare su Avanti e poi su Carica. A quel punto effettuerai il caricamento del tuo video Short su YouTube inserendo titolo, descrizione e tag che saranno utili per ottimizzarne la visibilità.

È molto importante, sempre in questa fase, personalizzare la privacy del video. Stabilisci pertanto se vuoi che lo vedano tutti e che dunque lo Short sia pubblico, oppure se non sia elencato o sia privato.

Facile, no?

shorts youtube

Come progettare uno Short YouTube di successo

Se la realizzazione e la pubblicazione di uno Short su YouTube è un gioco da ragazzi, lo stesso non si può certamente dire per la sua progettazione. D’altronde, puoi anche realizzare il miglior Short da un punto di vista tecnico, ma se non è ben pianificato difficilmente raggiungerà il successo che stai sperando possa ottenere!

Ma allora come progettare correttamente lo Short su YouTube? Ci sono dei passaggi fondamentali che devi compiere per poterlo sfruttare a dovere?

Naturalmente, si. Abbiamo cercato di riassumerli brevemente nelle prossime righe.

Chiarisci i tuoi obiettivi

Il primo step che ti consigliamo di fare è quello di chiarire i tuoi obiettivi. Cosa vuoi dal tuo Short su YouTube? Ci sono dei target commerciali? Delle finalità di vendita? Vuoi incrementare una particolare audience?

Chiarire quali sono gli obiettivi ti permetterà di poter proseguire più celermente ed efficacemente con le successive fasi del progetto.

Analisi di mercato

Stabiliti gli obiettivi, cerca di analizzare il tuo pubblico target, individuando quali siano le sue caratteristiche comuni.

Puoi ad esempio informarti sulle specificità demografiche, sui luoghi in cui vivono, sulle caratteristiche di consumo, sulle modalità con cui fruiscono degli Shorts di YouTube e tanto altro ancora. Ricorda che più informazioni qualificate hai e più efficace sarà il tuo progetto!

Pensa ai contenuti

Terminata questa prima fase, genera idee creative e interessanti per i tuoi contenuti, raggiungendo in questo modo efficacemente il tuo target.

Se ritieni di non essere preda di un’ondata di creatività, non scoraggiarti. Puoi infatti trovare la migliore ispirazione dando un’occhiata a quello che fanno altri creatori di contenuti e seguire le tendenze del momento.

Crea la sceneggiatura

Una volta che hai sviluppato la tua idea creativa, crea una sceneggiatura o almeno uno storyboard che possa aiutarti a strutturare correttamente la sequenza di elementi visivi e l’elaborazione dei messaggi.

Passa alle riprese

Entriamo dunque nel vivo della creazione del tuo Short su YouTube con le riprese. Puoi utilizzare un dispositivo mobile come il tuo smartphone, oppure aiutarti con delle attrezzature più sofisticate come una videocamera professionale. Molto dipenderà naturalmente dal risultato che vuoi ottenere.

Segui la sceneggiatura che hai creato nella fase precedente e cattura le sequenze desiderate assicurandoti di curare illuminazione e altri elementi ambientali.

Cura il montaggio

Non ti rimane dunque che passare al montaggio. Cerca di utilizzare un software di editing video o, per un risultato meno raffinato, anche un’app mobile adatta a questo scopo.

Taglia la clip, aggiungi gli effetti, la musica, il testo e tutti gli altri elementi che ritieni possano migliorare il tuo obiettivo di raggiungere il target con un messaggio chiaro e incisivo.

shorts youtube

Ottimizza il video per YouTube Shorts

Ricorda poi che le tue creazioni devono essere ottimizzate per YouTube Shorts… a cominciare dal formato: i video in questa piattaforma hanno infatti un format verticale e spesso può essere utile modificare qualità e componenti multimediali per rendere tutto più snello e fruibile da un dispositivo che nella maggior parte dei casi avrà un display di pochi pollici.

Carica lo Short

Come abbiamo visto, il caricamento dello Short è davvero molto semplice. Ripeti dunque le istruzioni che abbiamo riportato poche righe fa per farlo correttamente in alcuni istanti.

Promuovi il video

A meno che tu non abbia già un numeroso pubblico che ti segue, se vuoi che il tuo video sia visto e condiviso devi promuoverlo.

Cerca di farlo mediante i tuoi canali social, tramite i siti web o le collaborazioni con altri creatori di contenuti per rendere la sua diffusione sempre più rapida ed efficace.

Come puoi sfruttarli?

Ora che ne sappiamo un po’ di più sugli YouTube Shorts, probabilmente ti stai anche domandando se convenga o meno sfruttarli per le tue esigenze di marketing.

Ebbene, che tu sia un libero professionista, una PMI o una grande azienda, poco cambia: gli Shorts di YouTube sono uno strumento molto utile quando si tratta di cogliere le migliori opportunità che il campo del marketing online ha da darti.

Si tratta infatti di video brevi, un formato che sta andando sempre per la maggiore e che garantisce la condivisione di contenuti di facile consumo, molto coinvolgenti per il tuo target di riferimento, perfetti per promuovere prodotti, condividere consigli, dimostrazioni o fare dello storytelling. In ogni caso, potrai catturare l’attenzione degli utenti in modo molto rapido ed efficace.

Ricorda inoltre che questi video sono veicolati all’interno di quella che è una delle piattaforme di video più popolari al mondo, con una base di utenti attivi pari a 2 miliardi al mese, ancora in aumento, mese dopo mese.

Dunque, utilizzando gli Shorts, potrai certamente raggiungere un pubblico potenzialmente molto vasto, aumentando in tempi rapidi la visibilità del tuo brand e raggiungendo potenziali clienti che potrebbero essere interessati ai tuoi prodotti e ai tuoi servizi.

Gli Shorts, proprio per la loro immediatezza e per la grande facilità di interazione, sono inoltre molto utili per creare una connessione più immediata con il pubblico, generando interesse e fiducia verso il tuo brand. Sono anche un buon modo per poter cavalcare le tendenze virali e culturali.

Non solo. Un altro punto di forza di questi video, che ti consigliamo di non sottovalutare, è legato alla possibilità di condividere e promuovere tali contenuti mediante altri canali di marketing come gli e-commerce, i siti web, i social media e tanto altro ancora.

shorts youtube

Gli errori che non devi fare se vuoi sfruttare bene gli YouTube Shorts

Giunti a questo punto del nostro lungo approfondimento sugli YouTube Shorts, ci piace soffermarci in rapidità su alcuni consigli finali che ti suggeriamo di seguire se non vuoi incappare in errori grossolani che non solamente potrebbero far perdere di efficacia i tuoi contenuti ma, nella peggiore delle ipotesi, potrebbero arrecarti danni di immagine o addirittura legali. Ma quali sono?

Abbiamo cercato di schematizzarli, punto per punto, nei seguenti paragrafi.

I contenuti devono essere sempre originali

Il primo consiglio su cui ci sentiamo di soffermarci è la necessità di utilizzare sempre dei contenuti originali. Quelli che invece sono copiati o violano il diritto d’autore, o ancora sono creati senza ottenere il consenso di altri, sono una scorciatoia che dovresti assolutamente evitare, poiché ti creeranno solamente grattacapi!

Rispetta le linee guida di YouTube

Non pubblicare contenuti che siano offensivi, che possano essere qualificati come spam e che in ogni caso non siano conformi alle politiche di YouTube.

I contenuti dovranno altresì avere una qualità audio e video soddisfacente, al fine di assicurare una buona esperienza di visione e di ascolto da parte degli spettatori.

Cura gli elementi informativi

Non sottovalutare quanto sia importante ottimizzare gli Shorts, con particolare riferimento ai titoli e alle descrizioni, che dovranno essere pertinenti e interessanti, in grado di attirare l’attenzione degli utenti e facilitare la reperibilità da parte delle persone interessate.

Promuovi gli Shorts che hai pubblicato

Infine, ma non certo meno importante, ricorda che è fondamentale promuovere gli Shorts che hai pubblicato sul tuo canale YouTube, al fine di incrementare la loro visibilità.

Seguendo questi brevi consigli siamo certi che riuscirai a massimizzare il successo dei tuoi Shorts. Se poi ti servisse una mano… contattaci qua!

recent posts