Non ci sono dubbi sul fatto che Google sia il motore di ricerca più utilizzato dagli utenti Internet di tutto il mondo, ma oggi esistono anche dei motori di ricerca alternativi molto noti.

È scontato dire che Google è senza dubbio il motore di ricerca più utilizzato dagli utenti di Internet di tutto il mondo. Oggi, infatti, si contano 5 miliardi di ricerche ogni giorno e 70.000 ricerche ogni secondo, numeri abbastanza folli.

Ma gli utenti stanno diventando sempre più consapevoli di come Google tracci e utilizzi i loro dati per poi condividerli con gli inserzionisti, ecco perché alcuni di loro stanno optando per motori di ricerca alternativi, che sembrano avere una maggiore attenzione per la privacy.

L’idea è che Google ci monitori costantemente per poter personalizzare la nostra esperienza e proporci costantemente pubblicità di cose che rientrano nel profilo che ci siamo creati negli anni una ricerca alla volta. Spesso, in realtà, basta anche semplicemente parlare… Google ci ascolta anche.

Motori di ricerca alternativi a Google

Motori di ricerca alternativi a Google

La domanda che ci viene spontanea allora è: “Ma i motori di ricerca alternativi a Google sono davvero un’ottima opzione da prendere in considerazione?”

Non ci sorprende il fatto che Google sia ancora il “luogo” in cui la maggior parte dei SEO concentra i propri sforzi, ma ci sono anche altre opportunità per indirizzare il traffico sul proprio sito Web. La realtà è che esistono molti e piattaforme di ricerca specializzati, come ad esempio YouTube, che restituiscono agli utenti un tipo specifico di risultati. Google quindi, non è adatto a tutti e a tutto, ecco perché abbiamo deciso di scrivere questo articolo svelandoti quali sono i motori di ricerca alternativi più noti, utili e forti.

Bing

Al primo posto abbiamo Bing, al momento è ancora molto indietro rispetto a Google in termini di numero di utenti che interagiscono sulla piattaforma, ma offre delle ottime funzioni, come: traduzione, calcolatori di conversione, grafici della conoscenza per hotel e voli e rich snippet. La piattaforma inoltre, gode anche di funzionalità molto avanzate e offre un approccio molto più visivo alla ricerca. L’home page di Bing presenta immagini e video e fornisce diverse informazioni come ad esempio i risultati sportivi ed elezioni.

Una cosa è certa, Bing viene considerato uno dei motori di ricerca alternativi più forti perché la sua ricerca per immagini è molto più avanzata di quella di Google. Non è tutto, perché ha anche un’intelligenza di rilevamento degli oggetti sempre all’interno della funzione di ricerca delle immagini. Le ricerche possono essere slavate e quindi tornaci utili in un secondo momento.

Bing è senza dubbio il leader quando si tratta ricerca per immagini. Infine, è molto utilizzato dagli utenti perché la funzione Bing Rewards li premia assegnando loro crediti solo per aver utilizzato la piattaforma. Bisogna però rimanere connessi per guadagnare punti durante la ricerca ed è possibile farlo da qualsiasi dispositivo.

Yahoo

Al secondo posto abbiamo Yahoo, uno dei motori di ricerca più forti al mondo. La realtà dei fatti però, è che durante questi anni la sua popolarità è decisamente diminuita, ma non dobbiamo essere frettolosi e scartare questa piattaforma. Al contrario Yahoo è ancora rispettabilmente il terzo motore di ricerca più grande negli Stati Uniti. I risultati delle ricerche sono molto simili a quelli di Bing, però non sono molto accattivanti visivamente. Tuttavia, gli utenti utilizzano questa piattaforma in alternativa a Google per la ricerca di servizi su notizie, sport e finanza.

Motori di ricerca con la privacy al primo posto

Come abbiamo già accennato, gli utenti stanno diventando sempre più esperti di Internet, per questo motivo sono anche diventati più consapevoli della sicurezza informatica. Ecco 3 motori di ricerca alternativi a Google incentrati proprio sulla privacy:

  • DuckDuckGo: Questa piattaforma è una delle migliori per la navigazione privata. Gli utenti possono stare sicuri, perché non raccoglie nessun dato sulle ricerche fatte o sulle informazioni personali. Questo è sicuramente il motivo principale per cui il motore di ricerca è diventato popolare.
  • Startpage.com: Il motore di ricerca più privato al mondo. La piattaforma non sa chi sono gli utenti e non memorizza l’indirizzo IP di chi naviga e nemmeno i cookie di tracciamento.
  • Swisscows: Altro motore di ricerca incarnato sulla privacy degli utenti. Tre sono le promesse principali di questa piattaforma: Non memorizza i dati, dà importanza ai contenuti adatti per tutta la famiglia e ha un motore di ricerca innovativo. Swisscows è la piattaforma perfetta per far navigare anche i bambini in sicurezza.

Motori di ricerca alternativi alimentati dall’AI

You.com e Yep.com sono i due motori di ricerca alternativi più forti alimentati dall’intelligenza artificiale. Il primo è stato fondato da Richard Socher, un famoso ricercatore di elaborazione del linguaggio ed ex scienziato. La piattaforma si presenta con due modalità, una personale e una privata. Se gli utenti scelgono di navigare in modalità personale, allora possono configurare le proprie preferenze sulle fonti. Se invece, gli utenti scelgono di navigare in modalità privata, possono vivere un’esperienza irrintracciabile, non vengono registrati dati. Il secondo è sempre un motore di ricerca alternativo ma con una differenza. È stato progettato principalmente per premiare e compensare i creators di contenuti, utilizzano il modello di business 90/10 revenue share. Ciò significa che le entrate pubblicitarie al 90% vanno direttamente ai creators, questo è un modo di guadagnano per il loro lavoro.

Motori di ricerca alternativi di beneficienza

Se il desiderio è quello di supportare una grande causa durante le ricerche sul web, allora siamo fortunati perché esistono anche dei motori di ricerca alternativi che fanno beneficienza ogni volta che si esegue una ricerca. Ecco quelli più conosciuti:

  • GiveWaterNavigando su questa piattaforma e cliccando sugli annunci si può dare una mano ai paesi che non hanno ancora accesso all’acqua potabile.
  • EkoruQuesto motore di ricerca etico aiuta a raccogliere fondi per la pulizia dell’oceano blu.
  • EcosiaL’obiettivo principale di questo motore di ricerca è quello di raccogliere fondi per piantare alberi in tutto il mondo.

YouTube

YouTube non ha sicuramente bisogno di presentazioni, d’altronde è il secondo motore di ricerca più grande presente sul Web e viene usato ogni giorno dalla maggior parte degli utenti. La piattaforma è assolutamente da visitare se si è alla ricerca di video, filmati, podcast ed è utile ai creators che promuovono contenuti. I video si possono trovare anche su Google, ma se vogliamo trovare rapidamente il contenuto ci conviene andare direttamente su YouTube.

Unsplash e Slideshare

Il primo è un motore di ricerca che aiuta gli utenti a trovare immagini da utilizzare liberamente per i propri progetti senza preoccuparsi per il copyright. Unsplash, al contrario di Google Immagini ci consente di utilizzare tutte le foto che vogliamo senza vincoli e diritti.

Il secondo è un motore di ricerca che offre migliaia di presentazione in slide di qualsiasi argomento. Sicuramente trovare una presentazione di cui si è già a conoscenza ci aiuta a scoprire altri contenuti interessanti e di ispirazione.

Brave

Esistono motori di ricerca alternativi molto validi come Brave, un browser incentrato sulla privacy in grado di bloccare i tracker e gli annunci pubblicitari e offre anche una navigazione veloce, privata e sicura. Ancora, offre anche videochiamate gratis e playlist offline.

Wiki.com

Ultimo della lista ma non meno importante, è il motore di ricerca alternativo Wiki.com. È la piattaforma perfetta per cercare non solo su Wikipedia ma anche su altre enciclopedie e wiki. Questo sito ci fa risparmiare tantissimo tempo e ci aiuta a trovare rapidamente i risultati migliori.

recent posts