La scheda Google My Business è un importante strumento di visibilità su Google, un prodotto che ti permette di incrementare le opportunità di farti trovare da potenziali clienti online.

Consente infatti di essere più visibile all’interno dei servizi Google, cominciando da Maps per arrivare poi ai risultati della ricerca Google. Un bel passo in avanti per tutte le attività che desiderano farsi raggiungere nel modo più rapido ed efficace dai potenziali clienti, e che hanno nella scheda My Business una valida mano d’aiuto.

A dir la verità, peraltro, non bisognerebbe nemmeno parlare in questi termini: da un po’ di tempo, infatti, Google My Business è diventato Profilo dell’attività, con un’evoluzione che ha permesso alla vecchia scheda di integrarsi con nuove funzionalità che l’hanno integrata nel migliore dei modi nel motore di ricerca Google e in Maps.

Ciò premesso, nelle prossime righe cercheremo di comprendere in maniera più dedicata quali siano le caratteristiche di Google My Business e come puoi sfruttarlo nel migliore dei modi per il tuo business!

Google My Business: a cosa serve?

Iniziamo con il ricordare che Google My Business è uno strumento che consente di condividere informazioni di contatto (come l’indirizzo e il numero di telefono), i giorni e gli orari di apertura della tua attività, i prodotti e i servizi venduti e altro ancora.

La scheda permette infatti – ad esempio – di raccogliere le recensioni dei clienti e aiutare i potenziali clienti a farsi un’idea più consapevole delle tue proposte attraverso la visione di offerte, contenuti testuali, fotografie.

Insomma, si tratta di un biglietto da visita davvero molto importante per un’azienda ed è anche un significativo strumento di inbound marketing, oltre che un grande alleato SEO. Tutto ciò considerato, non ti sembrano motivi sufficienti per approfondire la conoscenza con Google My Business?

scheda gmb

Come creare una scheda Google My Business

Una buona notizia è che creare una scheda Google My Business è davvero semplice e tutto ciò che ti serve è un account Gmail.

Successivamente, collegati a google.com/business e poi specifica il nome dell’attività.

Inserisci poi i dettagli su indirizzi, prodotti e servizi venduti, contatti e scegli una categoria commerciale per la tua attività.

Una volta terminata questa impostazione iniziale, attendi la verifica della scheda GMB, che di norma avviene principalmente mediante l’invio di una cartolina indicato nell’indirizzo che ha aggiunto nella scheda e che contiene un codice da inserire nel profilo per verificare l’account.

Non è questo, comunque, l’unico metodo di verifica dell’account: in alcuni casi Google potrebbe infatti proporti anche la verifica telefonica.

Quanto costa la scheda Google My Business

La scheda di Google My Business è completamente gratuita. Considerato ciò, è evidente come si tratti di uno strumento davvero fondamentale per migliorare l’esperienza degli utenti durante la ricerca.

Per questo motivo, dovresti porre la scheda all’interno del tuo set di strumenti di marketing: ti renderai conto che ne varrà la pena e che potrai integrarla facilmente con altri strumenti di Google e con le attività di advertising.

google my business vantaggi

Guida alla gestione corretta di una scheda Google My Business

Ora che abbiamo compreso come si crea una scheda Google My Business, il tuo lavoro è solo all’inizio: la scheda del profilo va infatti gestita e curata periodicamente, oltre che aggiornata tutte le volte che ci sono dei cambiamenti nella tua attività.

Ma quali sono le funzioni extra di Google My Business che molti ignorano e che tu invece dovresti sfruttare?

Prima di tutto, non tutti sanno che GMB può essere usato per permettere a tutti i visitatori della scheda di prenotare i tuoi prodotti o i tuoi servizi.

Disponibile per alcune tipologie di attività (come i ristoranti), si tratta di una call-to-action che verrà evidenziata mediante un apposito pulsante che ti consentirà di intercettare potenziali clienti alla tua offerta.

Una funzione molto importante ma che a volte viene sottovalutata è poi quella delle fotografie. Le immagini devono aiutare il potenziale cliente a  scegliere la tua attività e, proprio per questo motivo, dovrebbero essere considerate come una parte molto importante del tuo biglietto da visita.

Se hai un locale in cui viene esercitata la tua attività al pubblico, carica sia le fotografie degli interni che quelle degli esterni. Carica inoltre fotografie dei piatti principali (se hai un ristorante, ad esempio) o fotografie degli altri prodotti che vendi e che i clienti possono trovare.

Ti ricordiamo che le fotografie possono essere generate non solamente da te, quanto anche dagli utenti, un po’ come avviene su TripAdvisor.

Un’altra funzione che non devi trascurare è quella dei post. Anche su Google My Business puoi infatti pubblicare dei contenuti che permettono di condividere con tutti gli utenti degli aspetti interessanti della tua attività, come le storie, i video, i sondaggi, gli eventi importanti da promuovere, gli articoli e così via. I post rimangono sulla scheda 1-2 settimane.

Tra gli altri contenuti che possono essere pubblicati sulla scheda, anche le offerte e le promozioni, così come le FAQ sulla tua attività, con le risposte alle domande più frequenti.

Recensioni Google My Business: perché sono importanti e come averne di più

Concludiamo questo nostro approfondimento su Google My Business con un piccolo richiamo sulle recensioni, uno degli strumenti più forti della tua scheda profilo: le recensioni permetteranno infatti ai clienti di poter lasciare la propria opinione e ai futuri clienti di comprendere che cosa ne pensano coloro che li hanno preceduti.

Insomma, le recensioni su Google My Business sono uno strumento di marketing piuttosto importante.

Per far sì che questo strumento diventi funzionale ai tuoi interessi, dovrai naturalmente ottenerne il più possibile. Ma come fare?

La cosa più utile è… la più semplice: chiederle. Dal profilo aziendale puoi infatti ottenere uno specifico link che potrai poi inviare ai tuoi clienti per invitargli di scrivere la recensione. Il link potrà essere utilizzato in una email post vendita oppure, se preferisci, anche stampato e fornito a fine servizio al tuo cliente.

Una volta che otterrai delle recensioni, ricorda che tutte meritano una risposta e che è fondamentale saper gestire anche le recensioni negative. Pertanto, se qualcuno lascia un giudizio che non ti piace, ricostruisci l’accaduto e spiega la situazione nel commento, aggiungendo sempre l’opportunità di mettersi in contatto con te per risolvere la questione.

Nel caso in cui invece la recensione oltre che negativa sia falsa, allora ti consigliamo di segnalarla il prima possibile a Google indicando per quali motivazioni la ritieni non veritiera. L’assistenza di Google valuterà il caso e procederà con l’eliminazione, se concorda con la tua valutazione.

recent posts